Premio Galileo 2018: vince Stefano Mancuso con la rivoluzione delle piante

Il vincitore del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica 2018 – XII edizione – è Stefano Mancuso con Plant Revolution. Le piante hanno già inventato il nostro futuro (Giunti Editore).

Mancuso ha totalizzato 37 voti libri degli altri finalisti in gara: Anna Meldolesi (20 voti), Gabriella Greison (17 voti), Marco Malvaldi (15 voti), Piero Martin e Alessandra Viola (13 voti).

Il libro

Il saggio di Stefano Mancuso ci spiega come per migliorare la nostra vita non possiamo fare a meno di ispirarci alle piante. Perché le piante sono organismi sociali sofisticati ed evoluti cheoffrono la soluzione a molti problemi tecnologici, e sono anche molto più resistenti degli animali. Le piante hanno straordinarie capacità di adattamento, possono vivere in ambienti estremi, si mimetizzano per sfuggire ai predatori, si muovono senza consumare energia, producono molecole chimiche con cui manipolare il comportamento degli animali (e degli umani). Vere e proprie reti viventi, le piante sono organismi costruiti su un modello totalmente diverso dal nostro.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *