Teorema di Guldino

Ricevo da Elisa la seguente domanda:

 

Caro Professore,

vorrei capire questo quesito.

Dato il triangolo \(ABC\) acutangolo con \(AB=13\) e \(BC=15\) si sa che il suo baricentro e quello del suo contorno giacciono su una retta parallela ad \(AC\). Determinare l’area del triangolo sapendo che il raggio della circonferenza in esso inscritta misura \(4\).

 

Grazie.

 

Le rispondo così:

 

Cara Elisa,

avendo collocato il triangolo \(ABC\) in un riferimento cartesiano in modo tale che sia \(A(0,0)\) e \(C(2x,0)\), detta \(h=BH\) l’altezza relativa al lato \(AC\), dall’ipotesi che il baricentro \(G\) del triangolo e il baricentro \(L\) del contorno del triangolo stesso giacciano su una retta parallela ad \(AC\) segue che l’ordinata di \(L\) è \(\frac{h}{3}\), essendo tale l’ordinata del baricentro \(G\), essendo questa pari ad un terzo dell’ordinata \(h\) di \(B\). Per il primo teorema di Guldino, la superficie (doppio cono) generata dalla rotazione del contorno di \(ABC\) intorno alla retta \(AC\), cioè l’asse \(x\), è equivalente al prodotto tra la circonferenza di raggio pari alla distanza del baricentro \(L\) del contorno dall’asse di rotazione (cioè l’ordinata di \(L\)) e la lunghezza di tale contorno, cioè il perimetro di \(ABC\), per cui, posto \(AC=2x\), si deve avere:      \[\frac{2}{3}\pi h\left( 28+2x \right)=15\pi h+13\pi h\to 28+2x=42\to x=7\]

e poiché il raggio \(r\) della circonferenza inscritta in un triangolo, il semiperimetro \(p\) e l’area \(S\) del triangolo stesso soddisfano la relazione generale \(S=r\cdot p\), si ha l’area \(S\) richiesta: \[S=4\left( 14+x \right)=4\cdot 21=84\quad .\]

Massimo Bergamini

Per la lezione

Prosegui la lettura