Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

TORINO – GiovedìScienza 32a edizione

12 novembre 2017 - ore 17:30 - 8 marzo 2018 - ore 19:30

Piero Angela inaugura la trentaduesima edizione della rassegna di appuntamenti dedicati alla scienza

Domenica 12 novembre, alle 17,30 al Teatro Colosseo di Torino (via Madama Cristina 71), il
celebre divulgatore scientifico sarà ospite di un GiovedìScienza “speciale”, il primo dei
tredici appuntamenti che fino a marzo accendono i riflettori sulla scienza: genoma,
globalizzazione e biodiversità, racconti cosmici sull’evoluzione dell’universo ma anche epigenetica e adroterapia, cioè la rivoluzione biomedica e le nuove frontiere nella cura del cancro, sono solo alcuni dei temi che si alterneranno sul palco con scienziati di fama nazionale e internazionale.

Piero Angela, in RAI dagli anni ’50, ripercorre con il pubblico migliaia di ore di televisione – Quark e SuperQuark sono i marchi del suo successo – e decine di libri: un instancabile lavoro che, visto nel suo insieme, è qualcosa di più del racconto delle conquiste scientifiche di mezzo secolo, dallo sbarco sulla Luna alla scoperta delle onde gravitazionali. Sotto traccia, nel lavoro di Angela c’è infatti una filosofia della conoscenza: il metodo scientifico come luogo d’incontro tra persone, popoli e visioni del mondo; la razionalità come dote umana da sostenere e diffondere. Ne parlerà – in un dialogo che prende spunto dalla sua autobiografia “Il mio lungo viaggio: 90 anni di storie vissute” – con Piero Bianucci, storico conduttore di GiovedìScienza, e diversi ospiti a sorpresa.

I tradizionali appuntamenti del giovedì – tutti rigorosamente a ingresso libero – partono con “Microbiota, il secondo genoma. Un patrimonio in fragile equilibrio” (16 novembre alle 17,45). Sul palco del Teatro Colosseo Duccio Cavalieri (Università di Firenze) racconta una storia strana ma vera, quella di lieviti, vespe, birra e vino, mentre Carlotta De Filippo (Istituto di Biologia e Biotecnologie Agrarie del CNR di Pisa) parlerà de “La Nostra Africa: effetto globalizzazione sui batteri che abitano in noi”.

“L’agricoltura non si fa solo nei campi” – ovvero vecchi dibattiti sulla sostenibilità ambientale ed economica delle nuove tecnologie genetiche – è il tema della prima trasferta di GiovedìScienza all’Università di Torino (23 novembre) con Michele Morgante dell’Università di Udine.

Si torna al Teatro Colosseo (14 dicembre) con “Che la forza dell’adroterapia sia con noi”Simona Giordanengo ed Elisa Fiorina (INFN – sezione di Torino) spiegano le nuove tecnologie – inizialmente sviluppate per l’accelerazione e la rivelazione di particelle in esperimenti di fisica nucleare – che permettono di combattere il cancro senza danni collaterali.

GiovedìScienza inaugura il nuovo anno (18 gennaio) con “Epigenetica, la nuova frontiera. Per capire da dove veniamo e soprattutto dove andiamo”. Pier Paolo Pandolfi (Cornell University di New York e Harvard Medical School di Boston) spiega come le stupefacenti scoperte sui misteri del genoma influenzino prevenzione e cura di malattie oncologiche e degenerative.

Parole, immagini e musica per il “Racconto cosmico” dei più affascinanti misteri della fisica contemporanea. Fernando Ferroni (Presidente INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e Neri Marcorè protagonisti dello speciale GiovedìScienza (sabato 20 gennaio) dedicato a spazio, materia e gravità nell’evoluzione dell’universo.

Non ha ancora completato il percorso di validazione scientifica, ma si avvicina sempre più al suo scopo di aiutare – grazie alla vicinanza con gli animali – le persone nel disagio e nella malattia. È la pet therapy, “una relazione che cura”, protagonista della trasferta al Politecnico di Torino (25 gennaio) con Teresa Bevivino e Paolo Guiso (rispettivamente Direttore e Medico veterinario Asl To5 Moncalieri, TO).

Dall’età del rame alle materie plastiche, fino alle fibre ottiche: i nuovi materiali scandiscono le ere tecnologiche e segnano svolte epocali nei nostri usi e costumi. “Dall’invenzione della carta all’iPhone. Conoscere il passato per immaginare il futuro” (1 febbraio) è un viaggio nella storia con Gianfranco Pacchioni (Dipartimento di Scienza dei Materiali, Università di Milano Bicocca).

Ha scommesso su un tema tutt’altro che semplice da comunicare e ‘mostrare’, e ha vinto la 6a edizione del Premio GiovedìScienza. Il giovane scienziato Francesco Segreto (Centro di Ricerca Chirurgica Ricostruttiva, Università Campus Biomedico di Roma) sarà ospite dell’Università di Torino (8 febbraio) per spiegare le prospettive aperte in campo terapeutico dall’uso delle cellule staminali, ovvero “Dalla chirurgia ricostruttiva alla chirurgia rigenerativa”.

Nel mondo – scientifico e non – è famosa per i suoi studi sulla corea di Huntington. Ma negli ultimi anni l’abbiamo conosciuta come paladina dei “valori scientifici dell’oggettività al servizio del bene comune”. La Senatrice a vita Elena Cattaneo (Università di Milano) racconta al pubblico la sua lotta “Ogni giorno. tra scienza e politica” (15 febbraio).

Ci circondano, ci fanno sognare, animano le nostre aspirazioni e ci permettono d’interpretare la realtà. Francesco d’Errico (Direttore di ricerca del Centre National de la Recerche Scientifique, Università di Bordeaux) – il ricercatore italiano più citato in scienze umane – racconta (22 febbraio) “I simboli e la mente, gli ultimi 80.000 anni della nostra storia culturale” (in collaborazione con l’Ambasciata di Francia).

Appuntamento con l’astrofisica per la seconda trasferta al Politecnico di Torino (1 marzo). Piero Bianucci (giornalista e scrittore) e Attilio Ferrari (Presidente Infini.to Planetario di Torino) dialogano su “universo reale e universo virtuale. Come i computer e gli occhi della mente ricostruiscono il cosmo”.

È dedicato invece alle donne e al loro ruolo nella ricerca l’ultimo appuntamento di GiovedìScienza (8 marzo). Quante sono le ricercatrici e qual è la loro carriera nel nostro paese? Gli italiani hanno fiducia nella scienza? Come si pongono verso la spinosa questione dei vaccini? Queste e altre risposte nel rapporto su Scienza, tecnologia e opinione pubblica in Italia, curato annualmente da Observa-Science in Society.

SPECIALE SCUOLE
Due appuntamenti su prenotazione per lo Speciale Scuole. Per le primarie “Vivere a spese degli altri, elogio del parassitismo” (18 gennaio): la biologa e divulgatrice Claudia Bordese guida i bambini nel bizzarro mondo popolato da pidocchi, zanzare, orchidee e formiche e dagli incredibili sotterfugi necessari per vivere sfruttando le risorse prodotte da altri. Per le scuole secondarie di secondo grado lo spettacolo teatrale di Alice Fumero (Associazione K.I.T.E.) “I Signori del Pianeta” (22 febbraio): una passeggiata lunga tre milioni e mezzo di anni, dalle origini dell’uomo ai giorni nostri, uno straordinario viaggio nel tempo alla scoperta della essenza dell’umanità.

DIRETTA STREAMING
Tutte le conferenze sono trasmesse in diretta streaming su www.giovediscienza.it La conferenza di Piero Angela sarà strasmessa in diretta streaming anche nelle vicine sedi messe
a disposizione dall’Università di Torino: Aula Magna di Fisica, Via Pietro Giuria 1 e Aula Magna di
Chimica, Via Pietro Giuria 7.

Per maggiori informazioni su programma, sedi, orari e prenotazioni scuole:
www.giovediscienza.it

Fonte: Comunicato stampa GiovedìScienza