A proposito di fisica moderna

La domanda

Vorrei impostare una tesina incentrata sulle due teorie alla base della fisica moderna la meccanica quantistica e la relatività einsteiniana e sui contributi dati da Shephen Hawking per una sintesi delle due. In Biochimica ho pensato di trattare le applicazioni che esse hanno avuto nella diagnosi e nella terapia antitumorale (PET e Radioterapia a raggi X) ma anche nella più recente biologia quantistica. In Filosofia penso di approfondire le due teorie dal punto di vista della loro falsificabilità con qualche riferimento alle prove sperimentali. In Storia dell’arte potrei trattare alcune rappresentazioni pittoriche delle due teorie (per esempio La relatività del tempo di Dalì) o parlare di una possibile Architettura Quantistica cui qualche saggio fa riferimento. In Latino potrei portare alcuni brani del De rerum natura di Lucrezio e presentare la recensione che ne ha fatto lo stesso Einstein. Secondo lei va bene o farei meglio a portare in fisica solo una della due (o meglio tre) teorie? Mi può suggerire dei testi chiari, ma al tempo stesso con un dignitoso formalismo matematico, cui attingere per la mia trattazione? La mia professoressa mi ha suggerito per la relatività, questo libro Capire Einstein: Dall’intuizione alle onde gravitazionali di A. Acin Dal Maschio secondo lei va bene?

Antonino, Liceo Scientifico

La mia risposta

Se Antonino avesse provato a scrivere una scaletta più dettagliata per il percorso a cui ha pensato, se sarebbe accorto che il materiale che vorrebbe trattare è decisamente troppo vasto. Affrontare in dieci/quindici minuti tanto la meccanica quantistica quanto la relatività ristretta e generale, alcune loro applicazioni e alcuni collegamenti extrascientifici è francamente impossibile.

Il mio consiglio è quello di concentrarsi su un particolare ambito, eventualmente su una parte di una delle singole teorie, e condurre in quell’ambito la trattazione che Antonino ha immaginato di svolgere. La scelta dell’ambito spetta naturalmente a lui. Se vuole parlare di PET e radioterapia, allora sarebbe meglio dedicarsi alla meccanica quantistica e soprattutto a “la strana teoria della luce e della materia”, come suona il sottotitolo di QED, il libro di Richard Feynman a cui gli consiglio di rifarsi. Su questo argomento potrebbe anche richiamare la teoria del clinamen di Lucrezio, le questioni filosofiche a cui ha accennato e, se proprio ne trova il tempo, le ipotesi sulla natura quantistica di alcuni processi biologici trattate da alcuni autori recenti.

Per la lezione

Prosegui la lettura