Back to the Future

La domanda

Come tesina porto il film Back to the future (Ritorno al futuro), e come materie fin’ora collegate ci sono: Fisica, la teoria della relatività (diagramma di Minkowski) che la collego al paradosso di Bergson; Arte, Escher (quadro, Relatività); per inglese sono indecisa tra Waiting for Godot e The Time Machine di Wells. Poi italiano non so se mettere Pirandello.

Margherita, Liceo Scientifico delle Scienze Applicate

La mia risposta

Il film Back to the Future (1985) è stato uno dei film-simbolo degli anni ’80 e ha avuto un’enorme influenza sulla cultura popolare. Come tema è sicuramente valido e interessante. Il riferimento alla relatività di Einstein e allo spaziotempo di Minkowski è buono, e con esso quello a un’opera di Maurits Cornelis Escher. Invece non so valutare la pertinenza di quello che Margherita chiama “il paradosso di Bergson”, perché questa espressione, almeno a un non specialista come me, non suggerisce un riferimento preciso.
Sullo spunto relativo alla letteratura inglese personalmente non ho dubbi. The Time Machine, oltre a restare un capolavoro assoluto della narrativa ottocentesca, è molto più rilevante per il tema di Margherita rispetto allo splendido Wating for Godot.
Non so a quale opera di Pirandello stia pensando Margherita. Ho il sospetto che il riferimento a quest’autore sia una sorta di “riflesso condizionato da esame” ogni volta che viene evocata la relatività di Einstein. Comunque, per quanto riguarda il film di Zemeckis e il tema dei destini paralleli, mi sembrerebbe comunque più pertinente un’opera come Il castello dei destini incrociati di Calvino.

Per la lezione