Il peso della leggerezza

La domanda

Da settimane sto cercando qualche argomento inerente alla chimica da poter collegare alla mia tesina, la quale è incentrata sul peso della leggerezza. Mi soffermo molto sul valore che gli uomini hanno dato è danno alla leggerezza, vista però non come elemento superficiale bensì ( per citare Calvino) come un planare sulle cose dall’alto senza avere macigni sul cuore.

Lavinia, Liceo Linguistico

La mia risposta

La cosa più onesta che posso fare è invitare Lavinia a rileggere le ultime righe del suo messaggio. Se quello che lei ha in mente è “un planare sulle cose dall’alto senza avere macigni sul cuore”, allora un po’ deve rassegnarsi a lasciare fuori dalla sua riflessione una materia per la quale espressioni come “rassegnarsi” o “macigno sul cuore” non hanno molto significato. Il percorso di Lavinia sarà sicuramente molto interessante, ma se corrisponde a quello che posso capire dalle sue poche righe, la chimica non ha molto da dire in proposito.

Poi, leggerezza è una parola che ha un significato anche parlando di materiali e di loro proprietà. Se volessi trovare un simbolo della leggerezza, sceglierei gli aerogel, materiali sintetici ultraporosi con straordinarie proprietà, in particolare una bassissima densità e conduttività termica. L’immagine di un fiore protetto da una fiamma grazie a uno strato in apparenza inconsistente di aerogel è sicuramente molto suggestiva. È questa la leggerezza di cui parla Calvino o che ha in mente Lavinia? A lei la scelta, a questo punto.

Per la lezione

Prosegui la lettura