Sulla ricerca scientifica

La domanda

Stavo pensando di fare una tesina basata sulla ricerca scientifica, o più in generale sulla scienza.
In scienze e in fisica pensavo di concentrarmi sul periodo della seconda guerra mondiale: la penicillina e il salvataggio di molte vite umane da una parte e la ricerca nucleare dall’altra (oppure le onde a microonde dei radar).
In Latino Ovidio (Dedalo e Icaro) oppure Plinio il vecchio (con il libro Naturalis Historia).
In italiano Primo Levi e la sua figura di chimico (Il sistema periodico)
In filosofia Popper.
Non saprei quali altri collegamenti con altre materie potrei fare e vorrei dei consigli sui collegamenti già trovati.

Alice, Liceo Scientifico

La mia risposta

Andrò diritto al punto: non si può fare una tesina sulla scienza, come non si può fare una tesina sulla letteratura o sulla filosofia. Se volete formulare un’argomentazione, sostenere delle idee, vi servono esempi specifici e una tesi ben definita. Nessuno, oggi, al mondo, potrebbe forse scrivere della scienza in generale, figuriamoci parlarne nei dieci minuti di esposizione della tesina!

Perciò, proviamo a focalizzare meglio il discorso. Quale aspetto della ricerca scientifica Alice ritiene di poter raccontare meglio? Su quale si sente più preparata? Alcuni degli esempi da lei fatti (il contrasto fra la scoperta della penicillina e quella dell’energia nucleare dall’altra, le figure di Dedalo e Icaro, il ruolo della chimica nell’opera di Primo Levi) evocano la questione dell’aspetto ambivalente della ricerca, o meglio del fatto che il potere della conoscenza può condurre al bene dell’umanità o essere utilizzato a suo danno. È su questo che Alice vuole concentrare i suoi sforzi? Oppure su altri aspetti? Vorrebbe parlare della diversa concezione della ricerca scientifica nel mito, nella scienza antica o nella scienza moderna, e magari nella fantascienza? La risposta spetta soltanto a Alice. Ma, quando sarà pronta, potremo di nuovo parlarne insieme.

Per la lezione

Prosegui la lettura