Finalisti del Premio Galileo 2012

Torna per la sesta edizione il premio letterario Galileo che mette a confronto i migliori libri divulgativi dell’anno appena passato. Come sempre a decidere chi vincerà saranno gli studenti delle scuole superiori.

La giuria presieduta dal matematico e noto divulgatore Piergiorgio Oddifreddi (vincitore del premio nella passata edizione) ha reso noto la cinquina vincitrice lo scorso venerdì nella cornice di sala Paladin di Palazzo Moroni a Padova, il comune organizzatore. Dopo le vittorie di Lisa Vozza e Rino Rappuoli con I vaccini dell’era globale (edizione 2010) e di Nicola Armaroli e Vincenzo Balzani con la prima edizione di Energia per l’astronave Terra (edizione 2009), ecco la lista dei finalisti:

  • Gian Francesco Giudice Odissea nello zeptospazio, Un viaggio nella fisica dell’LHC (Springer). Una guida chiara e comprensibile per apprezzare le scoperte che avranno luogo al Large Hardon Collider (LHC) del CERN, per conoscere le stupefacenti innovazioni tecnologiche che sono state necessarie per la sua costruzione e per capire le motivazioni scientifiche dell’esperimento. Ma è soprattutto uno straordinario viaggio all’interno del mondo della fisica delle particelle, un percorso per acquisire gli strumenti per comprendere la portata della rivoluzione intellettuale che sta avvenendo.
  • Telmo Pievani La vita inaspettata. Il fascino di un’evoluzione che non ci aveva previsto (Raffaello Cortina). Frutto di cosmica contingenza, uno dei tanti arbusti del "cespuglio della vita" sopravvissuti alla lotta per l'esistenza, l'essere umano si è fatto strada in una natura che non perde occasione di schiacciarlo, facendogli provare il senso della solitudine nell'Universo. In questo libro Telmo Pievani ci rammenta che la comparsa degli organismi viventi è stata un fenomeno inatteso. Proprio in questo modo si conquista una rinnovata solidarietà con tutta la "rete del vivente", come la chiamava Charles Darwin, senza nessuna concessione a fondamentalismi e superstizioni.
  • Carlo Alberto Redi Il biologo furioso. Provocazioni d’autore tra scienza e politica (Sironi). In questo libro Carlo Alberto Redi è un fiume in piena che racconta tutti i suoi pensieri su temi caldi come politica della ricerca, cellule staminali, OGM e clonazione, ma anche divagazioni più leggere, capaci di far sorridere: spera siano utili a tutti gli italiani che hanno ancora la forza di indignarsi.
  • Niccolò Guicciardini Newton (Carocci). Per spiegare il proprio lavoro Gucciardini utilizza come sinossi  una frase dello stesso Newton. "Spero, quasi ad esempio, di mostrare quanto la matematica valga in filosofia naturale e quindi di esortare i geometri ad accingersi a un più stretto esame della natura, e gli amanti della scienza naturale ad appropriarsi prima della geometria." (Newton).
  • Alex Bellos Il meraviglioso mondo dei numeri (Einaudi). Acuto, pieno di sorprese e di esempi divertenti Il meraviglioso mondo dei numeri è un viaggio nella sorprendente terra della matematica e della geometria. Alex Bellos incontra una tribú amazzonica che concepisce solo tre numeri (1, 2 e molti). Vola in Giappone da uno scimpanzè che sa contare. In Germania interroga il piú veloce calcolatore mentale del mondo, in India un saggio indú. In uno stile comprensibile e rigoroso supportato da diagrammi e figure, Il meraviglioso mondo dei numeri spazia tra storia, filosofia e matematica, tra paradossi logici e statistici. E dimostra come il mondo della matematica sia molto piú variopinto e divertente di quel che immaginavamo.

Il vincitore, selezionato dalla giuria composta da 2.500 studenti delle scuole superiori italiane, verrà annunciato il 3 maggio 2012. In attesa di scoprire il vincitore, controllate Facebook: a giorni verrà attivata una pagina ufficiale del premio dove tutti gli studenti possono pubblicare le proprie recensioni dei libri finalisti.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *