Premio VideoLab 2016: ecco i vincitori

Con l’arrivo della primavera, è anche tempo di annunciare i vincitori del Premio VideoLab 2016. Dopo la consueta e proverbiale difficile scelta della giuria scientifica composto dagli autori Zanichelli, pubblichiamo l’elenco delle classe vincitrici e le motivazioni del premio. Nei prossimi giorni tutti i video di questa edizione saranno pubblicato nella sezione Multimedia dell’Aula di Scienze.

 

I premiati VideoLab di Fisica

Titolo: Particelle in corsa
Scuola: Liceo classico Cicognini, Prato
Motivazione: «Un esperimento originale di interesse per la fisica e per la chimica, realizzato con cura e attenzione alla sicurezza in laboratorio. Piacevole il ritmo della presentazione ed efficace l’esposizione delle nozioni teoriche: tramite le inquadrature della lavagnetta viene detto e scritto solo ciò che serve nel momento in cui serve.»

Titolo: Suoniamo la fisica
Scuola: Liceo scientifico Volta, Riccione (Rimini)
Motivazione: «Due esperimenti diversi sono collegati con intelligenza per studiare le frequenze di risonanza. Il risultato è un lavoro articolato, ben documentato soprattutto nella prima parte. La presentazione è vivace e disinvolta. Sorprendente la visualizzazione dell’onda stazionaria mediante le palline di polistirolo.»

 

Menzione speciale Fisica

Titolo: Music on fire
Scuola: Istituto d’istruzione superiore Arimondi-Eula, Savigliano (Cuneo)
Motivazione: «Merita una menzione per il complesso lavoro collettivo di costruzione dell’apparato, ampiamente documentato nel video. Molto suggestivo l’effetto ottenuto. Carente solo la spiegazione teorica: si sofferma sulla trattazione generale delle onde senza approfondire adeguatamente il funzionamento dell’apparato.»

 

Premiati VideoLab di Chimica

Titolo: Il ciclo del rame
Scuola: Istituto Sobrero, Casale Monferrato (Alessandria)
Motivazione: «Il ciclo del rame viene presentato con un ritmo di ottimo livello, serrato e gradevole, in un ambente laboratoriale non affettato, ma professionale, informale e attento alla sicurezza. La musica è adatta al contesto e le focalizzazioni delle immagini rendono le trasformazioni chimiche molto chiare. Si ha il senso del lavoro collettivo. Il backstage è di grande effetto perché rappresenta tutta la classe, con studenti e professore fotografati in un’atmosfera serena di comunità di apprendimento. Il saluto finale, dolce e allegro allo stesso tempo, dà il senso di un ambiente collaborativo dove il «far scuola» può essere un piacere da ricordare per tutta la vita.»

Titolo: La chimica delle macchie
Scuola: Liceo Torricelli – Ballardini (Faenza)
Motivazione: «L’impianto narrativo, la scorrevolezza delle azioni, il dosaggio ben orchestrato tra riprese in esterni e in laboratorio, la recitazione gradevole degli studenti, caratterizzano questo video come prestazione di qualità. Gli aspetti chimici sono ottimi e ben calibrati, in una dimensione di compito autentico. Il video dimostra un buon livello di competenze disciplinari e relazionali.»

 

Menzione speciale Chimica

Titolo: Funny Chemistry
Scuola: Liceo Scientifico Salvatore Di Giacomo, San Sebastiano al Vesuvio (NA)
Motivazione: «È un video dinamico, scorrevole, fresco, simpatico, senza sbavature e lentezze. Riesce a dare un’immagine bella della scienza chimica, proponendo scenette divertenti e la partecipazione di un gran numero di ragazzi in una serie interessante di esperimenti, con il valore aggiunto dell’uso della lingua inglese in un ambiente sereno e allegro.»

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *