Agenda 2030 a scuola

di Antonella Bachiorri

Pubblichiamo un estratto dall’introduzione della curatrice al volume «Agenda 2030 a scuola. Le scienze per lo sviluppo sostenibile» (Zanichelli, 2020).

Le sfide lanciate da problemi globali come i cambiamenti climatici, la riduzione della diversità biologica e culturale, il deterioramento della quantità e qualità delle risorse danno forza al concetto di «Antropocene» reso celebre dal Premio Nobel per la Chimica Paul Crutzen. Questo termine identifica l’era geologica attuale caratterizzata dal ruolo determinante dell’essere umano nell’alterazione dei principali processi naturali che ne regolano la sua stessa sopravvivenza sulla Terra.

Proprio in questo scenario, si è fatta strada una nuova prospettiva di futuro, veicolata dal concetto di sviluppo sostenibile. I dibattiti sviluppati di conseguenza hanno portato, con forza e decisione, a far emergere il bisogno urgente di un profondo cambiamento degli stili di vita e dei modi di pensare che caratterizzano la nostra società, nonché la necessità di acquisire nuovi valori e competenze, in grado di tradursi in nuovi comportamenti coerenti con l’idea di sostenibilità.

In questo contesto di grande problematicità, i sistemi educativi diventano i primi soggetti chiamati a rispondere, attraverso approcci didattici in grado di sensibilizzare e responsabilizzare gli studenti e tutti i soggetti che si muovono nel mondo scolastico (docenti, personale ATA, genitori …) e attraverso l’inserimento dei princìpi della sostenibilità nelle relative pratiche gestionali.

L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile con i suoi 17 obiettivi (Sustainable Development Goals, SDG – obiettivi di sviluppo sostenibile) riflette chiaramente questa visione, richiamando l’attenzione sull’importanza di un’appropriata risposta educativa alle sfide del Ventunesimo secolo. Non è certo un caso se l’educazione è considerata come un obiettivo autonomo (Obiettivo 4), allo stesso tempo, è evocata quale strumento strategico per perseguire tutti gli altri obiettivi individuati.

Con queste premesse, il volume «Agenda 2030 a scuola» è pensato come strumento didattico di supporto ai docenti, principalmente (ma non esclusivamente) di scienze delle scuole secondarie, con l’intento di promuovere la conoscenza dell’Agenda 2030 e di fornire stimoli per la realizzazione di percorsi di educazione allo sviluppo sostenibile. In particolare, sono stati selezionati 12 obiettivi che consentissero di affrontare tematiche con una agevole spendibilità didattica. Su queste tematiche, si sviluppano le monografie raccolte in questo volume, scritte da docenti universitari, ricercatori e ricercatrici o esperti nel proprio settore. Ogni monografia analizza aspetti, problematiche e possibili soluzioni di un obiettivo principale esplicitando allo stesso tempo i collegamenti con gli altri obiettivi dell’Agenda 2030, per fornire una visione il più possibile trasversale e integrata. L’Obiettivo 6 (Acqua pulita e servizi igienico-sanitari), invece, sarà oggetto di due differenti monografie che analizzano aspetti diversi ma connessi di una tematica ampia e importantissima: l’acqua pulita e l’acqua accessibile. L’Obiettivo 14 (vita sott’acqua) e l’Obiettivo 15 (vita sulla terra) saranno invece trattati in un’unica monografia, per fornire una descrizione il più completa possibile in un’ottica ecosistemica globale. Al termine del volume, inoltre, verranno proposti otto progetti didattici, con un approccio multidisciplinare, dai quali trarre spunti e idee da declinare nella propria realtà scolastica.

L’auspicio più ambizioso è che questa pubblicazione possa aiutare i docenti a promuovere e gli studenti ad acquisire le competenze necessarie sul tema della sostenibilità, per fare in modo che ogni individuo agisca da protagonista nel raggiungimento degli obiettivi che danno forma all’Agenda 2030.

Per «Agenda 2030 a scuola» sono stati selezionati «12 obiettivi che consentissero di affrontare tematiche con una agevole spendibilità didattica. Su queste tematiche, si sviluppano le monografie raccolte in questo volume, scritte da docenti universitari, ricercatori e ricercatrici o esperti nel proprio settore. Ogni monografia analizza aspetti, problematiche e possibili soluzioni di un obiettivo principale esplicitando allo stesso tempo i collegamenti con gli altri obiettivi dell’Agenda 2030, per fornire una visione il più possibile trasversale e integrata.»

Ecco l’elenco delle monografie e dei relativi autori:

Obiettivo 2. Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile (Mauro Mandrioli)

Obiettivo 3. Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età (Giovanni Maga)

Obiettivo 4. Fornire un’educazione di qualità, equa e inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti (Antonella Bachiorri)

Obiettivo 5. Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze (Chiara Xausa, Silvana Badaloni, Annalisa Oboe, Claudia Padovani, Lorenza Perini)

Obiettivo 6. Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie (Michele Chieco e Anna Barra Caracciolo)

Obiettivo 7. Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni (Nicola Armaroli, Vincenzo Balzani)

Obiettivo 9. Costruire un’infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile (Nicola Nosengo)

Obiettivo 11. Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili (Mario Grosso)

Obiettivo 12. Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo (Silvia Serranti)

Obiettivo 13. Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico (Selvaggia Santin)

Obiettivo 14. Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile; Obiettivo 15. Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre (Nicholas Barbieri)

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [4]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Silvia

    Com’è possibile acquistare il volume?

    Rispondi

  2. Roberta

    grazie! molto interessante!

    Rispondi

  3. Alessandra

    ottima idea!!! sarà utilissimo per i ragazzi, specie in vista dell’Esame di Stato

    Rispondi