Aula di Scienze

Aula di Scienze

Persone, storie e dati per capire il mondo

Speciali di Scienze
Materie
Biologia
Chimica
Fisica
Matematica
Scienze della Terra
Tecnologia
I blog
Sezioni
Come te lo spiego
Science News
Podcast
Interviste
Video
Animazioni
L'esperto di matematica
L'esperto di fisica
L'esperto di chimica
Chi siamo
Cerca
Tecnologia

A che cosa serve l’analisi dati nello sport?

Gesti tecnici, performance atletiche, strategie, infortuni. Ecco come la tecnologia e i dati stanno rivoluzionando il mondo sportivo

leggi

Negli ultimi vent’anni, il mondo dello sport ha assistito a una rivoluzione tecnologica senza precedenti, soprattutto nel campo dell’analisi delle prestazioni sportive, la quale si è affermata come una componente essenziale nella preparazione dell’allenamento e della gara, portando cambiamenti metodologici e valutativi inerenti quello che succede dentro e fuori dal campo.

Non solo si misura la prestazione degli atleti durante le partite, ma si monitorano anche i tempi di recupero dopo la gara, la qualità del sonno, i battiti cardiaci e molti altri parametri. La tecnologia che permette di fare queste misurazioni è sempre più comune tra i professionisti, sia perché le società vogliono trarre un vantaggio competitivo dai dati, sia perché i costi sono diminuiti nel corso del tempo favorendone l’adozione.

L'analisi delle performance sfrutta dati e statistiche per fornire agli allenatori e agli atleti informazioni precise e affidabili, oggettive, migliorando la comprensione di vari aspetti dello sport che potrebbero sfuggire a una valutazione qualitativa (visuale). L’analisi delle prestazioni ha impatti molteplici: dall’area tecnica a quella biomeccanica, dall’area atletica a quella tattica, fino agli aspetti cognitivi. 

Quali sono gli obiettivi principali per gli atleti professionisti?

I principali obiettivi dell’analisi nel contesto delle organizzazioni sportive riguardano il potenziamento delle performance individuali e di squadra, lo sviluppo di strategie di gioco efficaci per affrontare al meglio il prossimo avversario, l’individuazione di talenti e la valutazione del progresso dei propri atleti nel tempo. Altri aspetti cruciali riguardano la gestione del recupero da infortuni, la ricerca e selezione di profili idonei a entrare a far parte della squadra.

Per raggiungere questi scopi, è essenziale applicare tecniche matematiche e statistiche avanzate, che permettano di interpretare correttamente i dati a disposizione. Grazie al progresso tecnologico e alla crescente disponibilità di strumentazione, la quantità di dati è aumentata incredibilmente negli ultimi decenni: basti pensare che negli anni Novanta Arrigo Sacchi era ritenuto un pioniere per il semplice fatto che registrava le partite della sua squadra con le videocassette e le riguardava dopo la gara.

Oggi gli stadi dei maggiori campionati europei e i palazzetti di NBA, la lega basket statunitense, sono equipaggiati con sistemi di tracking ottico, ovvero sistemi hardware con una decina di telecamere sincronizzate tra loro che, grazie a tecnologie di computer vision e intelligenza artificiale, identificano i giocatori in campo, ne ricostruiscono la posizione tramite omografia, infine ne rilevano le coordinate 25 volte al secondo con grande accuratezza.

Quali sono gli impatti che l’adozione di queste tecnologie ha sull’analisi tattica?

Innanzitutto è possibile scrivere algoritmi che producano una valutazione automatica, data-driven, dei punti di forza e di debolezza di una squadra, delle capacità complessive collettive e individuali. L’analisi tattica può aiutare a scoprire ed evidenziare tendenze oppure schemi di gioco ricorrenti. Sfruttando le più recenti tecnologie di analisi video e di tracciamento, è possibile fornire un’accurata rappresentazione delle variazioni tattiche, delle anomalie di una squadra rispetto alle altre nello stesso campionato. Fissate determinate situazioni di gioco, è possibile simulare e prevedere il comportamento dell’avversario al fine di elaborare la migliore strategia.

L’analisi video combinata con le tecnologie di tracciamento è utile anche per misurare accuratamente l’abilità tecnica del giocatore. Per quanto riguarda l’analisi degli aspetti tecnici e biomeccanici, ci si riferisce a procedure specifiche per monitorare il movimento del corpo, per rendere migliore il gesto sportivo e ottimizzare la performance. La qualità del gesto atletico è uno degli aspetti più allenabili, soprattutto negli atleti giovani, per cui è importante monitorarne i progressi e identificarne i cambiamenti durante la preparazione. È altrettanto cruciale valutare la tecnica durante il periodo di recupero da un infortunio, confrontando le prestazioni precedenti con quelle più recenti, per accertarsi che il giocatore sia tornato sui propri standard di motricità ed evitare il rischio di sovraccarico e potenziali ricadute. 

L’analisi della forma fisica è un altro aspetto chiave nello sport moderno. Tutti gli atleti di alto livello sono seguiti da preparatori fisici e da nutrizionisti: l’obiettivo è consentire all’atleta di perfezionare la condizione fisica monitorando forza, potenza, resistenza, agilità, stabilità e mobilità. La preparazione fisica è studiata in modo da arrivare a performare in maniera ottimale nel giorno della gara: gli atleti che puntano a gareggiare alle Olimpiadi, per esempio, hanno piani quadriennali di preparazione atletica per arrivare “a giocarsi tutto” nel giro di pochi secondi.

Una parte importante della preparazione riguarda la prevenzione degli infortuni; d’altro canto il recupero da un infortunio è un altro tema centrale, specialmente negli sport con frequente contatto fisico. Da un punto di vista tecnologico, il GPS e altre tecnologie indossabili vengono combinate con l’analisi video per comprendere gli sforzi fisici che i giocatori affrontano durante gli allenamenti e le partite e consentire agli allenatori di gestire al meglio i carichi di lavoro.

Infine, negli ultimi anni si sta dando sempre maggiore importanza all’analisi cognitiva o mentale, cioè alla capacità di identificare e acquisire informazioni ambientali al fine di integrarle con le conoscenze esistenti per prendere decisioni ottimali. La formazione psicologica è un elemento chiave quando si tratta di preparare mentalmente gli atleti alle pressioni di un evento, come nel caso di una finale di un torneo o di una gara olimpica.

La realtà virtuale e aumentata possono essere potenti strumenti per l’allenamento cognitivo nello sport. Utilizzando visori sviluppati ad hoc per riprodurre lo scenario della competizione, gli atleti possono allenare le loro abilità in modo personalizzato, indipendentemente dal tempo e dal luogo, contro avversari o contesti determinati. Questo può aiutare a isolare l’atleta, minimizzando le variabili esterne, portandolo a concentrarsi sulle capacità di prendere decisioni rapidamente e di reagire in tempo reale.

Queste tipologie di analisi possono essere applicate sia a livello individuale, per singoli giocatori, sia a livello collettivo, di squadra, per fornire agli allenatori una valutazione completa che tenga conto degli aspetti tecnici, tattici, atletici e cognitivi nelle prestazioni.

Le molteplici applicazioni dell’analisi delle performance sportive

Fin qui abbiamo parlato di come l’analisi dei dati e delle performance può aiutare i professionisti, ma ci sono altre applicazioni molto diffuse:

  • i tifosi e gli appassionati, che seguono la partita da casa o allo stadio, hanno a disposizione applicazioni e siti web che forniscono statistiche dettagliate. Inoltre la gamification e il mercato videoludico si sono fortemente sviluppati negli ultimi anni, con numeri che continuano a crescere senza segnali di cedimento o rallentamento. Quella del videogioco è ormai un’industria enorme, in grado di creare prodotti per molteplici piattaforme, dalle console dedicate ai telefoni cellulari, alle TV domestiche.
  • i media possono creare contenuti sempre più accattivanti e curiosi per i loro ascoltatori, sottolineando primati, record e anomalie nelle prestazioni. Inoltre forniscono visualizzazione e replay “aumentati” che migliorano la comprensione del gioco e arricchiscono l’esperienza visiva con grafici e insight dettagliati.
  • nel mondo delle scommesse, i dati analitici consentono di formulare previsioni più accurate, basate su analisi quantitative piuttosto che su intuizioni, in modo da ridurre i rischi.

La rivoluzione in corso

L’integrazione dell’analisi dati nello sport ha innescato una vera e propria rivoluzione, con il passaggio da un approccio basato principalmente sull’intuito a uno fondato su evidenze concrete. La capacità di raccogliere, analizzare e interpretare grandi volumi di dati ha aperto nuove frontiere nel miglioramento delle performance sportive, sia a livello individuale che collettivo.

In conclusione, l’analisi delle performance nello sport rappresenta un ponte fondamentale tra la scienza dei dati e il mondo sportivo, offrendo strumenti potenti per comprendere e migliorare ogni aspetto della performance atletica. Grazie all’avanzamento tecnologico e all’adozione di tecniche matematiche e statistiche avanzate, atleti e squadre possono aspirare a livelli di eccellenza prima inimmaginabili, con benefici che si estendono ben oltre il campo di gioco.

immagine di copertina: Jeffrey F Lin su Unsplash

sport-1

Un esempio di tracking data applicato al mondo del calcio (fonte: SportAnalytics)