Aula di Scienze

Aula di Scienze

Persone, storie e dati per capire il mondo

Speciali di Scienze
Materie
Biologia
Chimica
Fisica
Matematica
Scienze della Terra
I blog
Sezioni
Come te lo spiego
Science News
Interviste
Video
Animazioni
L'esperto di matematica
L'esperto di fisica
L'esperto di chimica
Chi siamo
Cerca

Le nuove sfide della pandemia: Long-COVID e nuove varianti virali

L'approvazione del vaccino Johnson & Johnson, le conseguenze a lungo termine della malattia, la classificazione delle nuove varianti. Sono queste le novità più importanti degli ultimi mesi sul fronte pandemico. Insieme a Giovanni Maga dedichiamo a questi temi di grande rilevanza un nuovo approfondimento +++ Aggiornato al 12 maggio +++
Nella seconda metà di aprile è iniziata in Italia la somministrazione del quarto vaccino approvato dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) per contrastare la diffusione del coronavirus SARS-CoV-2. Si tratta del vaccino Johnson & Johnson, sviluppato dal Beth Israel Deaconess Medical Center e dall’azienda Janssen. Questo vaccino segna un importante traguardo e introduce una novità nel piano vaccinale, perché è il primo tra quelli proposti finora che ha dimostrato di essere efficace dopo una singola somministrazione. Il vaccino Johnson & Johnson appartiene alla classe dei vaccini ad adenovirus, la stessa a cui appartiene anche il vaccino messo a punto da Astrazeneca/Oxford. Insieme a Giovanni Maga, facciamo il punto sui vaccini al momento disponibili: Quali sono i vaccini anti-COVID approvati in Italia? In particolare, approfondiamo le caratteristiche del nuovo vaccino ad adenovirus di Johnson & Johnson: Come funzionano i vaccini anti-COVID ad adenovirus? e riassumiamo gli effetti collaterali al momento noti: Quali reazioni avverse sono emerse dopo la somministrazione dei vaccini anti-COVID?
Il vaccino Johnson & Johnson, sviluppato da Janssen insieme al Beth Israel Deaconess Medical Center, è il quarto vaccino anti-covid disponibile in Italia (Immagine: U.S. Air National Guard photo by Maj. Michael O’Hagan / Flickr).

Le conseguenze a lungo termine dell’infezione: il Long-COVID

A quasi un anno e mezzo dall’inizio della pandemia di COVID-19, i medici di tutto il mondo hanno imparato a caratterizzare sempre meglio le manifestazioni cliniche di questa malattia, che interessa organi diversi (patologia multi-organo) e ha un ampio spettro di sintomi. La forma acuta di COVID-19 è quella che ancora oggi impegna maggiormente le risorse sanitarie, ma non è l’unica. Già nella seconda metà del 2020 si sono moltiplicate le segnalazioni di pazienti che, nonostante avessero superato la fase acuta della malattia da settimane, continuavano a manifestare uno o più sintomi non riconducibili ad altre cause: si parla in questo caso di Long-COVID o COVID-post-acuto. Con l’aiuto di Giovanni Maga, spieghiamo quali sono le caratteristiche del Long-COVID, come si distingue dalla forma acuta della malattia e quali possono essere le cause: Che cos’è e come si manifesta il Long-COVID?  
Nei prossimi mesi sarà importante monitorare l'effetto dei vaccini sulle diverse varianti di SARS-CoV-2 (Immagine: World Health Organization).

La classificazione delle varianti di SARS-CoV-2

Come atteso, il virus SARS-CoV-2 continua ad accumulare mutazioni, che talvolta diventano così numerose da generare vere e proprie varianti virali, con caratteristiche biologiche più o meno diverse dal ceppo wild type isolato originariamente a Wuhan a dicembre 2019: Quali sono le mutazioni più comuni di SARS-CoV-2? Per monitorare le nuove varianti, i centri CDC statunitensi hanno messo a punto un sistema di classificazione che tiene traccia delle caratteristiche genetiche dei nuovi ceppi, della loro contagiosità e della eventuale resistenza ai farmaci e vaccini oggi disponibili: Come vengono classificate le nuove varianti di SARS-CoV-2? Questa classificazione è utile per controllare l’insorgenza di focolai a rischio, che possono richiedere una riorganizzazione delle misure di contenimento o dei piani terapeutici e vaccinali. Insieme a Giovanni Maga approfondiamo questo aspetto, che rappresenta un punto fondamentale della gestione della pandemia: Le varianti possono sfuggire agli anticorpi monoclonali e ai vaccini? --- Immagine box e banner: Elf-Moondance / Pixabay
Long_covid_news_1
Long_covid_news_2

Devi completare il CAPTCHA per poter pubblicare il tuo commento

Home zanichelli.it Ricerca in catalogo Contatti Home scuola Catalogo scuola Bisogni Educativi Speciali (BES) Formazione docenti Siti dei libri di testo Idee per insegnare in digitale Educazione civica per l'Agenda 2030 ZTE Zanichelli Test Collezioni Crea Verifiche Tutte le prove Verso l'INVALSI Tutti i siti Zanichelli per la scuola Home università Catalogo università Area docenti Area studenti Preparazione test di ammissione ZTE università ZTE UniTutor Collezioni Università Home dizionari Catalogo dizionari Dizionari digitali Dizionari Più Giuridico Manuali e saggi Medico professionale Chi siamo Contatti Area stampa Per acquisti online Filiali e agenzie Privacy e cookie Condizioni d’uso Centro assistenza