1948

La domanda

Il titolo della mia testina è “1948”, ho scelto questo titolo perchè il 1948 è un anno di svolta culturale, e non solo, per il mondo intero. Ho trovato dei collegamenti con la storia e l’inglese; per quanto riguarda la letteratura italiana avevo pensato al film “La terra trema” ed al neorealismo in genere; per la fisica porterò l’invenzione del transistor e per matematica il calcolo integrale applicato ai circuiti in corrente alternata. Sono completamente indecisa sulla biologia, le scienze della terra e la chimica.

Rebecca, Liceo Scientifico Brocca

La mia risposta

Trovo che organizzare il proprio percorso individuale intorno a un particolare anno o una particolare epoca sia una buona idea, perché permette di mostrare le diverse sfaccettature di un momento della Storia senza dover argomentare il legame specifico fra i vari aspetti in dettaglio.

Il riferimento all’invenzione del transistor regge abbastanza, anche se il primissimo transistor di Bardeen, Brattain e Shockley (un transistor a punto di contatto) è della fine del 1947. Però il mio “evento scientifico dell’anno” per il 1948 è indubbiamente l’articolo Alpher–Bethe–Gamow sul Big Bang, in cui i tre fisici mostrarono per la prima volta come l’ipotesi di un Big Bang caldo (oggi accettata universalmente) potesse spiegare le abbondanze universali relative dei diversi elementi. Si tratta di uno degli articoli più citati della storia della scienza, e il punto di partenza della cosmologia scientifica contemporanea. È anche divertente l’aneddoto legato ai tre fisici che figurano come autori. L’articolo infatti è stato scritto sostanzialmente da Georg Gamow e dal suo allievo Ralph Alpher. Ma Gamow convinse Hans Bethe a unirsi a loro come coautore, in modo che i tre cognomi apparissero come le prime tre lettere dell’alfabeto greco: α, β e γ.

Il 1948 è anche l’anno in cui, nell’URSS di Stalin, l’insegnamento della genetica mendeliana, condannata come “scienza borghese”, fu ufficialmente proibito, e la teoria dell’ereditarietà dei caratteri acquisiti di Trofim Denisovič Lysenko fu elevata al rango di “scienza di stato”. Questa decisione, presa su basi ideologiche e non scientifiche, causò un grave ritardo nello sviluppo della scienza sovietica.
A me sembra che sarebbe interessante discutere in questo contesto sia del rapporto fra scienza e ideologia, sia del dibattito fra selezione naturale e ereditarietà all’interno della moderna teoria dell’evoluzione.

Anche per matematica avrei un suggerimento alternativo: il 1948 è l’anno di pubblicazione di uno degli articoli scientifici più famosi e influenti in assoluto, A Mathematical Theory of Communication di Claude Shannon, in cui si inaugura la teoria dell’informazione. Anche senza presentare la teoria nel suo complesso, si potrebbero presentare e commentare alcune delle sue equazioni più famose, come quella che lega l’informazione all’entropia.

Per la lezione