Un italiano a Singapore. Intervista a Ernesto Guccione

Ernesto Guccione è un biologo molecolare che nel 2008 è arrivato nella città-Stato asiatica per continuare a studiare i meccanismi all’origine dei tumori. Un racconto della sua ricerca di base e della sua esperienza “around the world” cominciata a 17 anni con il progetto Intercultura

PRMT5: è questo il nome di una delle proteine scoperte nel laboratorio dell’Institute of Molecular and Cell Biology di Singapore dove lavora Ernesto Guccione, ricercatore italiano che ha scelto l’Asia per continuare la propria ricerca. PRMT5 ha un ruolo importante all’interno del processo che porta alla formazione di molti tipi di tumore: studiare i meccanismi molecolari che la riguardano può quindi essere una strada per capire e trovare nuovi modi per combattere questo tipo di patologie.

Ernesto Guccione e il suo team fanno quella che viene chiamata ricerca di base, ovvero studiano i meccanismi molecolari in vitro e sui topi. Da questo tipo di ricerche, quando si hanno risultati positivi, si passa poi alla ricerca clinica, ma è compito – solitamente – di altri gruppi di ricercatori che lavorano a stretto contatto con i pazienti ospedalieri.

Oltre ai risultati della sua ricerca, Ernesto Guccione racconta anche perché ha scelto Singapore e quali sono state le tappe fondamentali che lo hanno portato a lavorare all’estero e dà i propri consigli ai giovani che vogliano intraprendere la carriera scientifica.

Per approfondire:

Guarda la serie di video sul nostro sito sulla biologia del cancro a partire da Le dieci caratteristiche delle cellule tumorali

Leggi il post Il cancro e il caso di Lisa Vozza

MYC regulates the core pre-mRNA splicing machinery as an essential step in lymphomagenesis Nature 523, 96–100  doi:10.1038/nature14351

La pagina del laboratorio di Ernesto Guccione sul sito dell’IMCB

 

 

Prosegui la lettura

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *